Varese mette in vendita sei immobili per pagare le asfaltature. E organizza un open day per visitarli

Mercoledì 20 marzo porte aperte degli edifici inseriti nel bando per l'alienazione di immobili di proprietà comunale

0
Pubblicità

Mercoledì 20 marzo il Comune di Varese organizza un “open house” degli edifici che sono stati inseriti nel bando per l’alienazione di immobili di proprietà comunale. Porte aperte dunque per visitare e conoscere i dettagli degli edifici in vendita. La giornata comincerà alle ore 8.30 in sala Matrimoni del Comune di Varese in via Sacco 5, con un incontro insieme ai tecnici comunali che illustreranno i dettagli del bando e le caratteristiche degli edifici. Si proseguirà poi con un tour di visite per conoscere da vicino gli immobili che sono inseriti nel bando di pubblico per l’alienazione. Sono 6 infatti gli immobili, 5 fabbricati e un terreno, messi in vendita dal Comune che punta alla alienazione di stabili in disuso per una nuova valorizzazione e con l’ottica di utilizzare gli incassi che ne deriveranno per rifare le asfaltature a fronte dei significativi tagli di trasferimenti dallo Stato.

Tra i lotti messi in vendita c’è l’immobile dell’ex ufficio d’igiene di via Staurenghi che vede in questo nuovo bando una decisa riduzione sul valore di partenza dell’asta. Si passa infatti da oltre un milione di euro previsto nel passato bando a 770.000 euro attuali. L’immobile è situato in prossimità della zona pedonale, in una zona servita dalle principali linee urbane e adiacente al parcheggio multipiano di imminente realizzazione. La posizione strategica permette l’avvio di attività commerciali e terziarie garantite dalla visibilità di una zona ad alta frequentazione.

Inoltre nel bando appena pubblicato compare un terreno ad uso commerciale sito in via Borghi nei presso lo stadio Franco Ossola. Il terreno è situato in una zona di importante passaggio, oggetto di un recente intervento di riqualificazione urbanistica, vicino a numerose attività sportive e commerciali, quali lo stadio, il palazzetto dello sport e alcuni centri commerciali. Si trova in prossimità delle due principali arterie di collegamento al centro cittadino, in adiacenza ad uno dei parcheggi strategici e collegata con più linee di trasporto pubblico urbano. L’area è regolare e pianeggiante, non necessita di particolari interventi di bonifica. Attualmente ospita una piccola attività commerciale, il cui contratto di concessione è scaduto. Il valore a base d’asta per questo terreno è di 301.000 euro.

Nel bando per le alienazioni è stata inserita anche la ex scuola primaria Zucchi di Varese, in via Tasso 29. La struttura è stata utilizzata come sede scolastica fino al 2016, pertanto si presenta in buono stato di conservazione. La zona è tranquilla e con un’ampia vista aperta verso sud, vicino alle arterie principali di collegamento per la città e per l’autostrada, in prossimità di nuove strutture commerciali in fase di avanzata realizzazione. La via Tasso è servita da una linea di trasporto pubblico urbano. Il valore di partenza indicato nelbando è di 360.000 euro.

L’altro edificio che ospitava una scuola si trova in via Aquileia. Un edificio dei primi del 900 che in passato ospitava la scuola De Amicis. La struttura si trova in una posizione strategica in quanto oggetto di riqualificazione, vicina a tutti i servizi e ben collegata con il centro cittadino. L’edificio è caratterizzato dalla presenza della torre dell’orologio posta sopra l’ingresso, ed è dotato di un parco di pregio nel quale sono presenti molti alberi ad alto fusto. La scuola è inutilizzata dal 2010. L’edificio necessita di lavori di ristrutturazione. Per l’ex scuola De Amici il valore a base d’asta è di 900.000 euro.

Altri due immobili sono invece quelli uno in via Berni 1, nelle vicinanze del centro di Varese. La sua posizione, più bassa rispetto al viale Europa con accesso da altra via e affaccio aperto verso sud-ovest, garantisce all’immobile una posizione privilegiata e tranquilla. La destinazione dell’edificio è residenziale. Il valore a base d’asta questo caso è di 160.000 euro. Si trova invece in via Piemonte l’alloggio inserito nel contesto del centro storico di Masnago. Si tratta di una porzione di edificio che fa parte di un fabbricato di corte, a destinazione prevalentemente residenziale, costruito nella prima metà del 900. È situato vicino alla Chiesa di San Pietro e Paolo e in prossimità di due importanti parchi cittadini, quello del Castello di Masnago e quello di Villa Baragiola, che rendono pregevole la zona. Il valore indicato nel bando è di 36.000 euro.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

undici + 19 =