Trovato con cocaina e marijuana in casa, manda al pronto soccorso un carabiniere: arrestato

0
Pubblicità

Trovato con cocaina e marijuana in casa dai carabinieri, giovane reagisce con violenza alla perquisizione, aggredisce i militari e finisce in manette. E’ stata una serata movimentata quella di ieri a Buguggiate, dove i carabinieri della stazione di Azzate hanno arrestato in flagranza di reato un giovane di 26 anni con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, resistenza e lesioni personali aggravate a un pubblico ufficiale.

I militari dell’Arma, in seguito ad una rapida attività investigativa, hanno effettuato una perquisizione nell’abitazione del giovane, trovando nella camera da letto 29 grammi circa di cocaina, suddivisa in tre involucri, e 13 grammi circa di marijuana, oltre alla somma contante di 855 euro in banconote di vario taglio, provento secondo l’ipotesi degli investigatori dell’attività di spaccio. Sempre nel corso della perquisizione i carabinieri hanno trovato anche vario materiale per il confezionamento dello stupefacente. Il tutto è stato posto sotto sequestro, in attesa di successive analisi e accertamenti.

Durante le operazioni di perquisizione, però, il giovane ha reagito nel modo sbagliato. E’ infatti andato in escandescenze, scagliandosi contro i militari. Nonostante il ragazzo abbia opposto resistenza fisica, è stato in poco tempo immobilizzato e ammanettato. In seguito all’aggressione, un militare è stato però costretto a ricorrere alle cure mediche al pronto soccorso del Circolo di Varese, dove è stato medicato e giudicato guaribile con una prognosi di quindici giorni. L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato sottoposto agli arresti domiciliari, su disposizione dell’autorità giudiziaria, in attesa dell’udienza di convalida.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

4 × uno =