THE WALKING DEAD. Vetri in frantumi, pali divelti, tettoia cadente: pensilina dell’orrore in via Gasparotto a Varese

1
La pensilina dell'orrore in via Gasparotto, proprio all'entrata (o all'uscita) della città: se dovete aspettare il pullman, non fatelo qui
Pubblicità

Uno dei pali di sostegno divelto con il tetto cadente, i vetri in frantumi, alcune assi scaraventate per terra su un letto di cristalli insidiosissimo tra sbarre di ferro che spuntano qua e là: non è un’immagine tratta da The Walking Dead e non ci siamo svegliati in un mondo devastato dagli zombi ma è quello che si parava davanti anche oggi a chi entrava o usciva da Varese attraverso via Gasparotto. Proprio accanto all’area bonificata dagli orrendi ruderi dei vecchi garage crollati anni fa (clicca e leggi qui) ecco ben altro scempio: la pensilina dei pullman letteralmente divelta, forse travolta e fatta a pezzi da un gigante impazzito.
La fermata “ospedale” (ironia della sorte?) delle Autolinee Varesine che dal capoluogo sono diretti a Schianno, Gazzada, Morazzone, Buguggiate, Azzate, Tradate ma anche a Dormelletto e Arona si è così trasformata in un’imboscata micidiale per chi, attendendo il pullman, vuole ripararsi dalla pioggia e dai temporali di questi giorni.
In attesa di conoscere il colpevole o i colpevoli, è superfluo osservare quanto sia urgente rimuovere le lastre di vetro fatte a pezzi e impedire che la stessa tettoia cada in testa al malcapitato di turno. Domani è già tardi.

 

La pensilina distrutta di via Gasparotto a Varese

1 commento

  1. “L’orrore” impersonificato è lo squallido autore di questo scempio! Purtroppo gli atti vandalici, voluti o meno, sono sempre più frequenti e dovrebbero essere puniti molto severamente. Invece in questo strano paese tutto è permesso e le pene invogliano questi idioti trogloditi a reiterare questi atti vandalici a cuor (?) leggero.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

19 + venti =