Stazioni di Varese, conto alla rovescia. A breve le prime demolizioni: ecco come cambierà la zona

I lavori non impatteranno sulla circolazione viabilistica intorno all'area. Previsto un grande spazio verde con alberi e passaggi pedonali. L'assessore Civati: «Investiamo in una nuova idea di città»

0
Pubblicità

Poche settimane ancora e poi, presumibilmente a maggio, si apriranno i primi cantieri per la riqualificazione delle zone intorno alle stazioni di Varese. Si parte con l’abbattimento degli edifici fatiscenti nell’area interna alla Stazione FS e su piazzale Trieste, che riprenderà la sua conformazione naturale di piazza aperta, e poi si passerà alla realizzazione del primo collegamento pedonale tra il piazzale e Giubiano. I lavori inizieranno al termine di quelli che stanno interessando la stazione dello Stato e saranno immediatamente percepibili dai cittadini, anche se non impatteranno sulla circolazione viabilistica intorno al comparto. Saranno infatti abbattuti cinque edifici abbandonati per procedere alla riqualificazione dell’area e alla realizzazione di un grande spazio verde con alberi, essenze, passaggi pedonali e luoghi di socialità.

Poche settimane ancora dunque e i varesini potranno toccare con mano i primi interventi per «il più grande investimento per il nostro spazio urbano, che verrà realizzato investendo in una nuova idea di città che mette al centro la sicurezza, la qualità della vita e la capacità di attrarre nuovi turisti attraverso spazi pubblici partecipati e vissuti. Spazi dove il concetto di vuoto e degrado viene finalmente sostituito dal recupero urbano e architettonico – spiega l’assessore ai Lavori pubblici Andrea Civati – Finalmente dopo decenni Varese fa un passo avanti e ripensa i suoi spazi mettendo mano concretamente alle riqualificazioni con un grande progetto che interesserà una vasta area della città». A ritmo incessante si procederà poi con tutto quello che è stato previsto dal progetto come le aree verdi, i nuovi semafori intelligenti, i passaggi pedonali, le telecamere che daranno più sicurezza al nuovo spazio spazio urbano.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

dieci − uno =