Sabato è la giornata del farmaco. Nel 2018 la Lombardia ha aiutato 140mila persone in difficoltà

Il 10 febbraio si terrà la 18° edizione della Giornata di Raccolta del Farmaco: a Varese sono 110 le farmacie aderenti. I medicinali saranno raccolti e consegnati ai centri di assistenza (66 sul nostro territorio) che poi li doneranno alle famiglie indigenti

0
Pubblicità

Un’idea nata in Lombardia tantissimi anni fa (lo ha raccontato il governatore Attilio Fontana: risale all’epoca di Ludovico il Moro) e di cui la Lombardia è un’assoluta capofila: l’anno scorso infatti la nostra regione è stata la prima per le donazioni fatte. Un gesto che ha permesso di aiutare 140.000 persone povere che non possono permettersi i medicinali.

Come funziona? Le medicine sono raccolte nelle farmacie – 1.100 le aderenti a livello lombardo, di cui 110 nella nostra provincia – e poi verranno consegnate agli enti assistenziali – 400 in Lombardia, 66 qui – che li doneranno alle persone indigenti.

Possibile acquistare e donare direttamente in farmacia le medicine, ma anche raccogliere le confezioni lasciate a metà per consentire a chi ha bisogno di riutilizzarle. Il gesto di donare al Banco Farmaceutico, vale ricordarlo, è comunque possibile farlo tutto l’anno.

I DATI IN LOMBARDIA DEL 2018
Nella 17° edizione di questa iniziativa, quella dell’anno scorso, in Lombardia sono state raccolte 110.917 confezioni (il 29% del totale); a seguire Piemonte (47.646) e Veneto (32.230). I medicinali raccolti in Lombardia hanno aiutato 139.465 persone (540.000 i beneficiari a livello nazionale).

QUI l’elenco delle farmacie della provincia di Varese che aderiscono all’iniziativa.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

sei − due =