È morto il ciclista investito da un’auto sulla Varesina. Il conducente arrestato per omicidio stradale: aveva bevuto

0
Pubblicità

Non ce l’ha fatta l’uomo di 44 anni che è stato investito questa mattina all’alba lungo la Statale 233 a Tradate. L’uomo stava procedendo lungo la Varesina in sella alla sua bicicletta quando è stato investito intorno alle 6.30 di oggi, domenica 14 aprile, all’altezza della rotonda tra la Statale 233 e via Albisetti. Sul posto sono intervenute un’ambulanza del Sos Mozzate e un’automedica, oltre a una pattuglia dei carabinieri delle Tenenza di Tradate. L’automobilista alla guida dell’auto e il ciclista percorrevano la Varesina nella stessa direzione, verso il capoluogo: dopo l’impatto, il conducente, un giovane di 22 anni della zona, si è subito fermato prestando i primi soccorsi. Il ciclista, un uomo di 44 anni di origine rumena residente a Cislago, è stato portato in codice rosso al pronto soccorso dell’ospedale Galmarini dove, purtroppo, è deceduto poco più tardi nonostante le cure del personale medico.

I carabinieri, dopo l’incidente, hanno sottoposto il conducente agli esami alcolemici. Proprio da questi controlli è emerso che il giovane si era messo alla guida dopo aver bevuto alcolici: per questo motivo è stato arrestato con l’accusa di omicidio stradale. Si trova ora ai domiciliari. Sia la sua auto sia la bicicletta della vittima sono state posto sotto sequestro.

Sempre a Tradate nelle serata di ieri un altro incidente è avvenuto in via Castelnuovo: intorno alla 23.30 un’auto, per cause ancora da appurare, ha impattato contro un ostacolo. Coinvolti nell’incidente una donna di 41 anni e un bambino di 1 anno. I due sono stati portati per accertamenti medici dall’ambulanza dell’Areu al pronto soccorso dell’Ospedale del Circolo di Varese in codice giallo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

cinque × due =