Agricoltore e promotore del cibo territoriale: sedetevi a tavola con quattro nuove agrichef varesine

0
Pubblicità

Sono sempre di più le persone che scelgono gli agriturismi per un pranzo o una cena fuori: oltre 7 milioni le persone che ogni anno mangiano negli agriturismi lombardi. In tutta Lombardia, secondo le stime della Coldiretti, sono attivi più di 1.600 agriturismi, di cui oltre mille offrono il servizio di ristorazione. Ben 89 gli agriturismi presenti in provincia di Varese.

Ecco perché, data la domanda crescente, anche l’offerta ha dovuto crescere e crescere in qualità: negli agriturismi non basta avere uno chef, oggi c’è l’agrichef. E arrivano dalla provincia di Varese quattro delle nuove agrichef lombarde: Arianna Bassotto (Montegrino Valtravaglia), Katia Carraro (Lonate Pozzolo), Daniela Galvalisi e Tiziana Scandolo (Tradate) che hanno frequentato il corso di specializzazione organizzato da Terranostra Lombardia, l’associazione per gli agriturismi promossa da Coldiretti e ricevuto il relativo attestato. I nuovi diplomi sono stati consegnati a 14 nuovi agrichef in tutta la Lombardia, tra i quali le quattro varesine.

«La figura dell’agrichef – spiega Massimo Grignani, Presidente Terranostra Lombardia e Terranostra Varese – è espressione dell’impresa agricola e riveste un doppio ruolo: da un lato è agricoltore, dall’altro è promotore del territorio e del cibo tipico. L’obiettivo del corso di formazione era proprio quello di fornire ai partecipanti tutti gli strumenti utili ad unire e valorizzare la genuinità delle produzioni a Km zero con l’arte della cucina». 
Nel percorso formativo i cuochi contadini hanno potuto frequentare laboratori teorici e pratici dedicati a tecniche di cottura, presentazione delle ricette,valutazioni nutrizionali e abbinamenti enogastronomici. Tra i docenti anche Diego Scaramuzza, primo agrichef d’Italia e presidente nazionale di Terranostra Coldiretti. «In totale – continua Grignani – sono oltre 40 i cuochi contadini lombardi, formati da Terranostra a partire dallo scorso anno». 
Nel Varesotto, oltre a Bassotto, Carraro, Galvalisi e Scandolo, hanno conseguito l’attestato di agrichef (frequentando in passato un analogo corso) Elisa Turconi di Origgio e Fiorella De Ambrosi di Montegrino.

Un riconoscimento importante, per un settore, quello degli agriturismi, in crescita: «Se la capacità di mantenere inalterate le tradizioni enogastronomiche nel tempo è la caratteristica più apprezzata – conclude la Coldiretti –, gli agriturismi hanno arricchito la propria offerta con servizi innovativi per amanti della natura e sportivi, con attività come il trekking, l’equitazione, o servizi dedicati agli amanti della cultura come la visita di percorsi naturalistici, ma anche corsi di cucina, percorsi didattici e molte altre iniziative».

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

diciannove − 12 =