Messi a terra i B737 Air Italy riprotegge i suoi passeggeri grazie a Bulgaria Air

0
Pubblicità

Dopo lo stop imposto ormai praticamente in tutto il mondo ai Boeing 737 Max, a seguito dei due incidenti aerei che hanno coinvolto proprio tali velivoli in meno di cinque mesi  e in mancanza di informazioni ancora certe sulle cause degli incidenti, il problema ora è quello di riproteggere i passeggeri.

A Malpensa sono tre gli aerei di Air Italy lasciati a terra: tanti i viaggiatori che avevano già prenotato i voli operati proprio con i 737. La compagnia aveva da subito rassicurato che si stava muovendo per riproteggere tutti i suoi passeggeri ed oggi, con una nota «Air Italy informa che, in seguito al fermo della propria flotta B737 Max 8, in conformità con le direttive EASA ed ENAC, ha organizzato la sostituzione di un aereo grazie al proprio partner strategico Bulgaria Air».

Appena due settimane fa, infatti, Air Italy ha annunciato l’avvio del code-share con Bulgaria Air: «In seguito al fermo del nostro aereo B737, era fondamentale trovare una sostituzione il più rapidamente possibile, così da ridurre al minimo l’impatto sui nostri passeggeri», ha dichiarato il Chief Operating Officer di Air Italy, Rossen Dimitrov.

«Ora, grazie al nostro partner strategico Bulgaria Air – e in particolare al supporto fornitoci rapidamente e generosamente da Ivo Kamenov, Chief Executive Officer di Chimimport AD, una delle principali holding della Bulgaria della quale fa parte Bulgaria Air, e del Chief Executive Officer di Bulgaria Air, Hristo Todorov – siamo riusciti a noleggiare un loro aereo A319 in brevissimo tempo. Proprio il mese scorso abbiamo annunciato l’accordo di code-share con Bulgaria Air e quest’ultima collaborazione dimostra ancora una volta questo stretto rapporto commerciale e la forza di questa preziosa partnership. Data la situazione generale nel nostro settore in questo momento, siamo davvero grati ai nostri partner».

Bulgaria Air noleggerà un A319 ad Air Italy per un periodo di tempo con l’obiettivo di coprire alcune rotte del network. I B737 Max 8 presenti nella flotta di Air Italy, così come quelli di altre compagnie aeree, rimarranno infatti fermi in linea con le direttive degli enti regolatori aeronautici internazionali.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

12 − 11 =