L’Australia è vicina, l’ambasciatore in visita a Varese: sul piatto future collaborazioni

0
Pubblicità

«Una incontro importante che ha segnato l’apertura ufficiale di un dialogo tra il territorio varesino e l’Australia con la sua economia, il turismo e un paese dalla forte tradizione sportiva». Così il sindaco Davide Galimberti si è espresso in merito all’incontro di oggi con l’Ambasciatore dell’Australia in Italia, Greg French, che ha raccolto l’invito del primo cittadino a fare visita a Varese.

La giornata è iniziata a Palazzo Estense con il primo incontro tra l’Ambasciatore, il sindaco  Galimberti e il presidente della Camera di Commercio di Varese. Due ore intense di dialogo sul futuro e sulle possibili collaborazioni tra l’Australia, Varese e il territorio. Tanti gli argomenti trattati dai possibili investimenti sul territorio, le opportunità economiche e i rapporti commerciarli ma anche le esperienze di turismo e fino allo sport.

Al termine dell’incontro in Comune, l’ambasciatore e la sua delegazione, accompagnati dal sindaco e dal presidente della Camera di Commercio, sono stati in visita prima alla Prealpi Spa, storica azienda locale a conduzione familiare ma riferimento del settore anche in ambito internazionale, e poi sul lago di Varese.

«Incontri come questo sono fondamentali perché aprono le porte a conoscenze reciproche tra paesi lontani ma con forti interessi a collaborare – ha detto il sindaco Galimberti a margine dell’incontro – e possono essere determinanti per attrarre sul nostro territorio nuovi investimenti, promuovere accordi commerciali e sviluppare partnership in temi come il turismo e lo sport. Abbiamo trovato diversi punti di convergenza e un grande interesse comune nel poter collaborare in diversi modi in futuro. Ringrazio l’ambasciatore per aver accolto il mio invito a questa visita che può avere importanti ricadute sulla città e sul territorio. Nell’area milanese infatti si stanno effettuando diversi investimenti da parte di fondi e gruppi australiani e vorremmo che parte di questi investimenti possano arrivare anche sul nostro territorio».

«E’ stato un grande piacere visitare la bella città di Varese – ha spiegato l’Ambasciatore dell’Australia in Italia, Greg French – e di avere discussioni molto concrete con il sindaco, la Camera di Commercio e altri interlocutori significativi. Ci sono già legami profondi fra Australia e la provincia di Varese e sono fiducioso che possiamo trovare nuove aree di collaborazione per promuovere il benessere reciproco. Spero di avere l’occasione di tornare a presto e proseguire con questo dialogo».

In un 2018 che ha visto le imprese varesine sempre più protagoniste sui mercati di tutto il mondo, con un export che toccato una quota record superiore ai 10 miliardi e 500 milioni di euro, anche l’interscambio con l’Australia ha visto un incremento del 53%. La voce prevalente è stata quella dei mezzi di trasporto: qui i prodotti del nostro territorio sono stati acquistati dal paese oceanico per un valore superiore agli 88 milioni. Bene anche gli alimentari, con oltre 20 milioni di export, i macchinari e gli articoli in gomma e le materie plastiche.

Rapporti commerciali che sono stati al centro dell’incontro di oggi con l’ambasciatore dell’Australia in Italia. «Abbiamo trovato nell’ambasciatore un interlocutore fortemente interessato alla qualità produttiva espressa dalle imprese varesine – sottolinea il Presidente della Camera di Commercio varesina, Fabio Lunghi – Tanto che più, nel suo prestigioso percorso di carriera, l’ambasciatore Greg French ha occupato anche il ruolo di direttore del Dipartimento del Commercio australiano. Conosce quindi molto bene le dinamiche collegate all’interscambio. Così come apprezza, ce lo ha confermato durante il colloquio, il nostro territorio con le sue bellezze artistiche e ambientali e le opportunità che offre per svolgere attività sportiva all’aria aperta».

Non è un caso, insomma, che proprio sulle sponde del Lago di Varese, a Gavirate, l’Australia dello sport abbia posto il suo hub per l’Europa. Un centro ad alto profilo che, ormai da qualche anno, richiama sul nostro territorio centinaia di atleti che, con dirigenti e tecnici, sono impegnati per prepararsi al meglio nelle varie competizioni internazionali. «L’hub dell’Australia – conclude Lunghi – è un centro d’eccellenza che conferma quella vocazione allo sport, con anche l’indotto turistico che può generare, per cui come Camera di Commercio sin dal 2016 abbiamo dato vita al progetto Varese Sport Commission».

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

due + 6 =