L’architetto Corrado Anselmi curerà la mostra di Guttuso a Varese

0
Pubblicità

Sarà il noto architetto Corrado Anselmi a curare l’allestimento dell’attesissima mostra dedicata a Renato Guttuso, in programma da maggio negli spazi di Villa Mirabello, con le opere dell’artista concesse in prestito e in comodato dalla Fondazione Pellin. «Rilevato che, ai fini della migliore riuscita della mostra e della più prestigiosa valorizzazione delle opere dell’Artista, occorre allestire adeguatamente gli spazi al piano terra del Museo Civico di Villa Mirabello – si legge nella lettera di affidamento dell’incarico – E dato atto che è stata accertata in via preliminare l’impossibilità di fare fronte all’esigenza descritta con personale interno, l’amministrazione dispone che il soggetto da individuarsi nel campo specifico della progettazione di mostre ed eventi espositivi sia l’architetto Corrado Anselmi».

Il professionista, vero e proprio punto di riferimento nel mondo dell’arte e delle mostre, è stato scelto in base al «profilo di competenze artistico-tecniche, per la sua vasta esperienza e riconosciuta sensibilità nella progettazione di spazi museali, sia stabili che temporanei, attraverso l’ideazione di soluzioni evocative ma rispettose del contesto storico e ambientale, nonché della protezione delle opere». E gli sarà riconosciuto un compenso di 4.160 euro.

L’architetto Anselmi ha curato, dal 2001 a oggi, l’allestimento di oltre 190 mostre, curando, fra gli altri, gli spazi espositivi di Palazzo Reale, delle Gallerie d’Italia, del Museo della Permanente, del Museo del Risorgimento, della Pinacoteca di Brera, della Fabbrica del Vapore, del Cenacolo Vinciano a Milano, oltre che di Villa Reale a Monza, della Biennale di Venezia, della Casa del Mantegna a Mantova, delle sedi dei Musei Civici Veneziani, delle G.A.M. di Torino, Palermo e Roma di Palazzo Ducale a Genova e molti altro. Ha collaborato inoltre con le Soprintendenze per i Beni Architettonici e per i Beni Artistici e Storici di Milano.

Ad occuparsi della progettazione illuminotecnica degli spazi espositivi sarà invece la
lighting designer Lisa Marchesi, che ha curato, fra il 2005 e il 2017, l’apparato luci per decine di esposizioni museali di Palazzo Reale, Pinacoteca di Brera, Fondazione Arnaldo Pomodoro, e Museo di Milano, Villa Reale a Monza, Scuderie del Quirinale, G.A.M. Torino, nonché per sculture, architetture, ville private, fiere ed eventi in tutta Italia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

quattro × cinque =