LA PROPOSTA. «Funicolari? Riapriamo anche quella storica del Campo dei Fiori»

2
Pubblicità

L’apertura della funicolare del Sacro Monte di Varese decisa dal Comune nei giorni di Pasqua e per il lungo ponte del 25 Aprile ha riscontrato, numeri alla mano, un successo. Solo nel weekend di Pasqua sono stati oltre 2500 i passeggeri che l’hanno utilizzata (leggi qui l’articolo): le aperture straordinarie andranno avanti fino al 28 aprile, mentre la funicolare tornerà a disposizione anche il prossimo 1° maggio. Ma c’è anche un’altra funicolare, quella del Campo dei Fiori, che potrebbe rappresentare una nuova risorsa per il turismo. Riattivarla sarebbe un’operazione dai costi elevati, ma che sicuramente troverebbe riscontro tra il pubblico. Su questo tema, che da tempo accende il dibattito tra i varesini, riceviamo e pubblichiamo la riflessione del nostro lettore Mauro Gregori, che ci ha allegato anche un’affascinante immagine storica della funicolare del Campo dei Fiori.

«Con una foto “storica” vorrei riportare l’ attenzione dei politici e la sensibilità dei cittadini di Varese verso la improrogabile e doverosa riapertura della funicolare del Campo dei Fiori.
In tre giorni, lo scorso weekend di Pasqua, l’altra funicolare, quella del Sacro Monte, che peraltro continua ad aprire troppo tardi ed a non essere in funzione nelle ore serali (invito chi di dovere a stabilire fin da ora una sua apertura serale nei mesi estivi) ha effettuato circa 2500 trasporti. 
Se un progetto concreto di rinascita della funicolare del Campo dei Fiori partisse, sono certo che i “numeri” sarebbero ancora più esaltanti. Fontana, Galimberti, Giorgetti, sono i politici varesini che devono incontrarsi e portare avanti un progetto comune fattibile e di successo. Basta aspettare e tergiversare. La nuova proprietà del ristorante Belvedere e del Grand Hotel Campo dei Fiori, che per merito del Fai sta dimostrando quanto le persone abbiano desiderio di conoscenza e di respirare la bellezza del liberty, è pronta alla riqualificazione che le compete. 
Il panorama dal Campo dei Fiori è imperdibile per chiunque, l’atmosfera è magica. Ma perché finalmente il volano rappresentato dalla riapertura della funicolare si concretizzi i politici devono fare la loro parte. L’amore per il bello, per la città, per la nostra montagna, deve vivere nei cuori dei nostri rappresentanti politici. I cittadini devono sollecitarli al “fare”. Questione di scelte. 
La riapertura della funicolare non costerebbe più del parcheggio di via Sempione o dell’avventato spostamento della biblioteca civica da Palazzo Estense alla ex Caserma Garibaldi. Forza, diamoci una mossa».
Mauro Gregori

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

due + 13 =