La Fondazione Ascoli premia i suoi volontari: il “Giacomino d’oro” a Mariuccia Nisoli e Luca Facchini

0
Pubblicità

Una tradizione che si rinnova, da 15 anni a questa parte. Ieri sera, al Golf Club di Luvinate, la grande famiglia della Fondazione Giacomo Ascoli Onlus si è ritrovata per un momento sentito e speciale: la consegna del “Giacomino d’oro”, un premio (nato nel 2004) per i volontari che si sono distinti nella missione dell’associazione.
Quest’anno il riconoscimento è andato a Mariuccia Nisoli e Luca Facchini.

La prima, definita «maestra di vita, presente in ogni circostanza, piena di dolcezza e inesauribile generosità», ha commentato con commozione: «La Fondazione è cresciuta tanto ed è stata la passione a fare la differenza. Dobbiamo innalzarci all’altezza dei sentimenti dei bambini». Onorato anche il secondo, premiato in quanto «intelligente, capace e apprezzato da tutti per convogliare consensi a favore della Fondazione», che ha aggiunto: «Il mio contributo è un piccolo gesto di un uomo che tutte le mattine va a lavorare. Grazie alla Fondazione faccio qualcosa di bello per gli altri».

I NUMERI DELLA FONDAZIONE ASCOLI
Prima della cena, la Fondazione ha presentato il bilancio 2018, certificato dal Collegio dei Revisori dei Conti: l’anno scorso sono sono stati investiti 462 mila euro, di cui 344 mila spesi per la ristrutturazione del Day Center Oncoematologico Pediatrico Giacomo Ascoli al quinto piano dell’Ospedale del Ponte; sono stati poi stanziati altri 440 mila euro per progetti deliberati che avranno corso nei prossimi anni. Nel secondo semestre del 2019 infatti inizieranno i lavori per la realizzazione di tre camere sterili, al terzo piano, per la degenza dei bambini onco-ematologici. Tra le priorità della Fondazione, prosegue l’impegno sul fronte della ricerca scientifica, mediante contributi erogati ai centri di ricerca genetica di Varese, Monza e Pavia.
Le entrate di bilancio derivano da donazioni di privati e aziende, da raccolte di fondi provenienti da manifestazioni – come “Fuck The Cancer”, che si terrà il prossimo weekend (24-25-26 maggio) a Villa Tatti Talacchini di Comerio, e dal 5×1000 (chi volesse destinarlo alla Fondazione Ascoli il codice fiscale da indicare è 02937360127).

In chiusura il presidente Marco Ascoli ha ringraziato i volontari, le famiglie, i medici e gli infermieri, le Autorità, i donatori, l’associazione “Arcobaleno di Nichi”, ma le ultime parole sono state per la moglie, Angela Ballerio: «Il cuore della Fondazione».

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

cinque + 16 =