LA FINE DEL VARESE. Allucinante: la società convoca tutti tranne Camarà e Domenicali (più gli juniores). Vediamo chi gioca e perché lo fa

21
Mister Domenicali, da sempre uomo vero in mezzo al nulla, non è nella lista dei convocati: se qualcuno ha pensato di dargli il benservito, in realtà ha solo testimoniato la sua dignità di fronte a decisioni che non la contemplano
Pubblicità

Allucinante, sempre che ci sia ancora un aggettivo per definire una società senza campo, senza stadio e senza più nulla che ha ancora il coraggio di convocare staff e giocatori, compresi quelli che avevano deciso di cessare l’attività perché abbandonati da settimane a se stessi, domani a Viggiù contro la Castanese in questo interminabile tour degli orrori.

Dopo una giornata in cui si è detto tutto e il contrario di tutto, sono infine arrivate le convocazioni per Varese-Castanese di domenica alle 14.30, per quanto possano ancora valere i nomi dello staff e dei giocatori stampati su un foglio di carta con il timbro di un club che non ha mantenuto una sola parola data, e riguardano praticamente tutti i calciatori – compresi quelli del procuratore Beppe Accardi – a parte chi è già tornato a casa, in Sicilia, o forse lo sta per fare come Camarà.

Manca anche Manuele Domenicali, uomo vero che sicuramente non si sarebbe mai spostato da Voghera per farsi prendere in giro da chi, nelle ultime settimane, non si è più nemmeno preoccupato di trovare un campo dove permettergli di allenare il suo gruppo.

Su quel foglio recapitato via messaggio ci sono tutti i principali giocatori rimasti e cioè Gestra, Scaramuzza, Travaglini e poi Lercara, Lonardi (sia Daniele che Lorenzo), Bianchi, M’Zoughi, Mondoni, Silla, il portiere Martignoni. Poi, per completare la lista dei 26 nomi, ecco gli juniores che oggi hanno già giocato con grande orgoglio e bravura perdendo 3-2 contro la Varesina insieme all’allenatore Marino Maffezzoni e allo staff biancorosso a parte Domenicali. Mancano dalla lista Simonetto e Scapolo: il primo è squalificato e l’altro infortunato.

Non è assolutamente detto, anzi è altamente improbabile, che i giocatori della prima squadra si presentino realmente alle ore 11 al centro sportivo di Viggiù: il gruppo ha sospeso l’attività da giorni per la mancanza delle benché minime garanzie da parte della società riconducibile a Benecchi, Berni, Fadani o a chicchessia. Perché mai dovrebbero giocare per il Varese se il Varese non ha più nemmeno messo a loro disposizione un campo? Perché mai dovrebbero farlo, tra l’altro, se finora si sono sempre dimostrati molto uniti e solidali? Chi vivrà, sempre che qualcuno sia ancora interessato a vivere questa pantomima, vedrà.

Ps: quel che resta del Varese pensa forse di far valere in qualche modo o in qualche sede il fatto che un eventuale convocato non si presentasse? O le convocazioni risultano essere solamente il frutto di una provocazione nei confronti degli stessi giocatori e di Accardi?
E se sul campo di Viggiù, alla fine, rimanesse solo la pattuglia degli juniores, come si potrebbe definire l’atto di mandare allo sbaraglio dei ragazzini che amano solo questa maglia, e per questa maglia soffrono, contro la prima squadra della Castanese (altra vittima di questo caos a cui si è mancato totalmente di rispetto)? Forse un modo per definire tutto ciò, se davvero si tramutasse in realtà, esiste ed è questo: il Varese aveva solo la dignità ma qualcuno ha voluto levargli anche quella.

21 Commenti

  1. Qualcuno può spiegare chi c’è dietro a tutto questo? Chi sono i burattini, i lacchè rimasti e responsabili di ciò? Non penso abbia redatto e diramato Benecchi le convocazioni

    • CONDIVIDO, mi spiace per i ragazzi della Juniores esposti ad una figuraccia colossale
      Ballotta lo facevo più intelligente, una carriera preferita buttata nel cesso

  2. Ma neanche un film dell’orrore finirebbe così. Cosa pensa di dimostrare Benecchi facendo così? Aveva tutto il tempo per sistemare le cose, che nell’ordine sono, vertenze giocatori anno scorso ( senza pagarle si prendono punti di penalizzazione e altro…), ripristino utenze per consentire di potersi allenare e giocare senza dover elemosinare strutture a destra e a manca ( ovviamente compreso il bistrattatissimo settore giovanile), pagamento rimborsi ai giocatori di quest’anno ( che altrimenti diventeranno le vertenze del prossimo). Ma non vede che intorno a sé c’è il vuoto totale? I giocatori non ci sono più, lo svegliate dal torpore in cui abitualmente si trova? Strano perché a Meda si aggirava in tribuna con tanto di sciarpa al collo e in campo con tanto di Coppa Italia tra le mani, segno che quando vuole c’è. Se lui è rimasto fregato da un fallito e pusher come Berni ( basta andare su Google….), non deve cercare affannosamente di tirare in mezzo più persone possibili. Li ha fatti scappare tutti, dai dirigenti, al mister fino ai giocatori. Scusi Benecchi ma cosa vuole ancora da noi? Un’azionariato popolare? Lo dica..si faccia vedere invece di millantare e di promettere cose che non esistono. Queste sono cose che abitualmente vengono perpetrate da persone che si presentano in una città che dista qualche centinaio di chilometri dal proprio luogo di residenza, non poche centinaia di metri. Ecco è proprio questo il motivo per cui io non dubito più delle capacità intellettive di questo signore, semplicemente non ci sono. E per quanto riguarda il capitolo Fadani invito tutti ad ascoltare l’intervista dallo stesso rilasciata il 16 Gennaio a Rete 55, è molto chiara circa le reali intenzioni e la passione che lo anima pensando al nostro povero Varese. Un ultimo pensiero ai ragazzi della juniores. Non vorrei fosse una ripicca nei confronti della prima squadra che già aveva minacciato di non giocare, chiedendo di fare lo stesso ai ragazzi juniores, peccato che il giorno dopo a Ponte Tresa…Altra brutta pagina in una confusione totale. In bocca al lupo a chi giocherà oggi e auguri al Varese e a tutti noi.

  3. Il crl dovrebbe impedire la disputa della partita per non falsare il campionato. Gli juniores dal canto loro ben farebbero a starsene a casa evitando una inutile umiliazione che non gioverebbe a nessuno. Il comportamento del sig. Benecchi va ben oltre l’inconcepibile: che scopo ha voler far giocare una squadra senza aver fatto nulla per poterla far almeno allenare?

  4. Siamo alla follia totale! Non è stato offeso ed umiliato solo IL Varese, ma tutta la CITTA’ di Varese ed i suoi tifosi in primis! Gente squallida, senza vergogna che definirla “pazza” sarebbe già un complimento!!! Ora però davvero BASTAAAAAAA, non ne possiamo più! E’come tenere in vita un moribondo per prolungargli solo enormi sofferenze!

  5. Io non capisco una cosa: LA SOCIETÀ CONVOCA. Scusate di quale società stiamo o state parlando, non vedevo società prima ed ora più che mai dopo aver abbandonato giocatori mister magazziniere etc etc sento ancora parlare LA SOCIETÀ CONVOCA. MA AVERNE ALMENO UNO SOTTOMANO DI QUESTA RISPETTABILE SOCIETÀ, PER FARGLI CAPIRE PERSONALMENTE IL DANNO CHE HANNO FATTO QUESTA GENTE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

due − uno =