Ha paura di tornare a casa con l’auto danneggiata e scappa dopo l’incidente: neopatentato nei guai

Il giovane non si era fermato dopo un incidente a Gallarate. Nel giro di un paio d'ore gli agenti della Polizia Locale lo hanno rintracciato e denunciato per fuga e omissione di soccorso. Decurtati 36 punti dalla patente, che gli sarà sospesa a lungo.

0
Pubblicità

Era la prima volta che usava l’auto della nonna e non aveva il coraggio di tornare a casa con la macchina danneggiata. Sì è fatto prendere dal panico e dopo avere causato l’incidente non si è fermato continuando per la sua strada. Un gesto di cui ora un neopatentato di Somma Lombardo pagherà le conseguenze. Il giovane, responsabile dell’incidente di ieri pomeriggio, martedì 16 aprile, alle 17.30 in all’incrocio tra via Parini e via Torino è stato rintracciato nei giro di un paio di ore dagli agenti della polizia locale di Gallarate.

Decisive sono risultate le testimonianze del conducente dell’auto speronata e di un passante che, oltre a indicare con precisione il modello del veicolo guidato dal giovane, hanno anche fornito alcuni numeri della targa. Quanto basta per risalire al proprietario della macchina, individuato grazie alle informazioni inserite nella banca dati del comando di via Ferraris.

La ricerca incrociata ha condotto gli agenti ad una abitazione di Somma Lombardo, dove vive l’intestataria dell’utilitaria, ovvero la nonna del ragazzo. In casa, oltre a lei, era presente la madre del giovane che lo ha subito contattato telefonicamente: il figlio, sotto choc, stava girovagando in zona Gallarate alla ricerca di una carrozzeria in grado di riparare il danno. La donna gli ha chiesto di fermarsi e di attendere di essere raggiunto dalla polizia locale. E così è stato.

Il giovane è stato denunciato per fuga e omissione di soccorso. Gli sono stati decurtati 36 punti dalla patente, in attesa del provvedimento da parte dell’autorità giudiziaria competente: lo attende un lunghissimo periodo di sospensione del permesso di guida. Un provvedimento esemplare che avrebbe potuto avere risvolti ancora più severi nel caso in cui il conducente del secondo veicolo avesse riportato ferite gravi: per lui, un 65enne della zona, fortunatamente solo contusioni guaribili in pochi giorni.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

1 × quattro =