Gli ambasciatori della Varese più bella a Bormio in monosci

0
Pubblicità
Lo ski tour che insegna lo sci da seduti alle persone con disabilità organizzato da 17 anni dall’associazione Freerider Sport Events di Varese inizia domani a Bormio, venerdì 29 marzo, la sua penultima tappa. Reduce dall’intera settimana trascorsa a Canazei con partecipanti provenienti da Lombardia, Friuli Venezia Giulia, Piemonte, Veneto, Emilia Romagna, Toscana, Abruzzo, Puglia e Sicilia, la carovana Freerider arriva in Valtellina per celebrare una nuova edizione della Teleflex Winter Cup, gara integrata che sabato mattina vedrà al cancelletto di partenza oltre 150 tra persone con disabilità, famigliari, operatori e volontari.

Con Folgaria e Madonna di Campiglio, dove lo ski tour è iniziato e si concluderà nel primo fine settimana di aprile, Bormio è una delle sedi fisse dove nel corso degli anni l’associazione varesina ha condiviso progetti e iniziative in tema di accessibilità.

Anche nella stagione in dirittura d’arrivo la Freerider ha raggiunto traguardi importanti confermando l’evento internazionale dedicato a persone con disabilità provenienti da diversi Paesi europei e arrivando per la prima volta al Tonale dove ha trovato grande disponibilità per tutto ciò che lo staff coordinato da Nicola Busata ha già saputo realizzare in ogni altra sede  toccata dallo ski tour, nel 2019 Sestola, Abetone, Folgaria, Roccaraso e Canazei. Consolidate sono le collaborazione con il Centro Addestramento Alpino della Polizia di Stato, il Team Teleflex for Active Living e l’Associazione Spina Bifida Italia, squadra che può contare sull’amicizia degli Sci Club di Jerago e Gallarate Nord. 

«La penultima tappa del nostro Ski Tour – racconta il presidente Giulio Broggini – è di casa a Bormio. Con la direzione degli  impianti e con i titolari delle strutture alberghiere si è instaurato da tempo una stretta collaborazione in tema di accessibilità. Ambiente e condizioni ideali generate con buon senso, al servizio delle decine di persone con disabilità che nel corso degli anni sono arrivate e tornate a Bormio per condividere con noi la passione per lo sci senza barriere».

L’evento di Bormio è patrocinato da Regione Lombardia e ATS Insubria Varese, quest’ultima promotrice da tempo di un progetto che promuove lo sci da seduti. Alle premiazioni sulla terrazza di Bormio 2000 interverrà il Sottosegretario ai grandi eventi sportivi di Regione Lombardia Antonio Rossi. A seguire il gran finale con il concerto dal vivo del gruppo “Doubleface” di Gavirate. 

«Alla presentazione a casa nostra dello Ski Tour, nel novembre scorso – dice il coordinatore Nicola Busata – la sala era piena di amici che ci affiancano nel nostro impegno o sostengono la nostra attività che comprende il continuo rinnovamento dei materiali e delle attrezzature, i mezzi di supporto e trasporto, i contatti con gli alberghi, la collaborazione con Asbi per i Camp estivi e invernali dedicati a bambini con spina bifida e non ultima la promozione dello ski tour nelle unità spinali dell’intero territorio nazionale. Un impegno professionale svolto da volontari animati dalla passione per lo sport e dall’attenzione per gli altri. Un impegno ricco di amicizia, gioie, soddisfazioni e conquiste che rendono meno pesanti le inevitabili frustrazioni». 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

15 − dodici =