Chiuso in un sacco e lanciato nel bosco al Campo dei Fiori: l’odissea di un pincher vittima della crudeltà

Ritrovato dopo due giorni. I volontari della Lega del cane: «Ora è in buone condizioni di salute e speriamo che qualcuno possa riconoscerlo»

1
Pubblicità

Lanciato nel bosco del Campo dei Fiori, chiuso dentro un sacco, un piccolo cagnolino è riuscito a liberarsi e a lasciarsi salvare. Ora si cerca il colpevole e la Lega del Cane lancia un nuovo allarme abbandoni.

Venerdì mattina la Lega del Cane, associazione che gestisce il canile di Varese, è stata chiamata per recuperare un cane segnalato all’interno del Parco di una Villa del Campo dei Fiori. A notarlo era stata la custode che non si è allarmata finché in giardino non ha ritrovato anche un sacco di iuta, rotto, da cui presumibilmente il cane è riuscito a liberarsi dopo essere stato gettato nel giardino.

«Un gesto ignobile e crudele. Il cane è stato gettato al di là di una recinzione, a ridosso del bosco, in un sacco ben chiuso, con il preciso intento di lasciarlo morire di stenti. L’ennesimo abbandono sui generis che si verifica a Varese e che comincia a destare ben più di un sospetto – spiega la presidente della Lndc Varese, Alessandra Calafa – Ricordiamo che contattando direttamente l’associazione si può intervenire nel rispetto prima di tutto degli animali».

Le ricerche del cane al Campo dei Fiori sono durate due giorni e finalmente domenica si è riusciti ad avvicinarlo e catturarlo, grazie alla pazienza dei custodi della Villa. Si tratta di un cane tipo Pincher dell’età di 2/3 anni e senza microchip, che ora si trova al canile sanitario di Cittiglio, in attesa di essere trasferito in canile a Varese.

«Il cane è in buone condizioni di salute e speriamo che qualcuno possa riconoscerlo e segnalarci il precedente proprietario. Lo accoglieremo come sempre facciamo con gli animali bisognosi e cercheremo di trovare al più presto per lui una nuova famiglia – aggiunge – Ringraziamo la Polizia Locale che sta seguendo la vicenda, ma vogliamo anche accendere i riflettori sul fenomeno degli abbandoni che sta crescendo rapidamente in città e che ci preoccupa moltissimo. Ritrovamenti di femmine gravide o cani ammalati sono sempre più frequenti. Gesti come questo non possono restare impuniti e faremo tutto il possibile per risalire all’autore».

1 commento

  1. io direi che l’ho vista giovedì o venerdì scorso sulla provinciale che va da gaggiolo a viggiù, a destra dopo il gommista c’è un rientro con 2 cancelli, l’ho vista che quasi saltava nella strada ma quando sono ripassata, subito dopo non l’ho più vista. ho pensato fosse di una delle 2 ville anche se, passandoci tutti i giorni non ho mai visto cani..

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

15 + 6 =