Il Canelli vince 2-1: Varese eliminato dalla Coppa Italia

13
Pubblicità

Il sogno Coppa Italia svanisce. Il Varese perde 2-1 in casa del Canelli e viene eliminato dalla formazione piemontese, che guadagna l’accesso ai quarti di finale del tabellone nazionale. Padroni di casa avanti 1-0 (gol di Picone a metà primo tempo), poi nella ripresa la grande occasione per i biancorossi di pareggiare: rigore generoso fischiato su Gestra, dal dischetto Camara si fa ipnotizzare dal classe 2000 Zeggio che respinge il suo tiro (20′). Gol sbagliato, gol subìto: 2′ più tardi, su punizione, è ancora Picone a dare il doppio vantaggio al Canelli. Un’altra parata strepitosa del portiere di casa al 26′ sulla punizione diretta all’incrocio di Gestra, poi il forcing finale dei biancorossi. Al 44′ Gestra accorcia ma nel recupero il Varese non trova il colpo per pareggiare e qualificarsi ai quarti di finale. L’avventura in Coppa Italia finisce qui.

IL TABELLINO 
Canelli-Varese 2-1 (1-0)
Marcatori
: nel pt Picone (C) al 27′; nel st Picone (C) al 22′, Gestra (V) al 44′.
CANELLI (4-3-3): Zeggio; Picone, Alasia, Lumello, Fontana; Acosta, Gerbaudo (Azzalin dal 32′ st), Blini (Coppola dal 39′ pt); Celeste (Bosco dal 38′ st), Gili (Gomez dal 20′ st), Redi. A disposizione: Gjoni, Soldano, Gallo, La Ganga, Di Santo. All. Raimondi.
VARESE (4-2-3-1): Scapolo; M’Zoughi, Simonetto, Travaglini, Lonardi Lorenzo (Bianchi dal 25′ st); Marinali, Gestra; Camara, Lercara, Scaramuzza; Silla (Mondoni dal 15′ st). A disposizione: Martignoni, Lonardi Daniele, Esopi, Klos, Masinari, Ovalle, Seno. All. Improta (Domenicali squalificato).
Arbitro: Cevenini di Siena (Regattieri di Finale Emilia e Spagnolo di Reggio Emilia).
NOTE – Il Varese ha sbagliato un rigore al 20′ st con Camara. Ammoniti: Simonetto e M’Zoughi (V). Angoli: 5-4; fuorigioco: 3-2; tiri (in porta): 7 (3) – 11 (9); falli: 16-13; recupero: 2′ + 4′.

49′ – FINALE: Canelli-Varese 2-1, biancorossi eliminati dalla Coppa Italia.
47′ – Angolo per il Varese, va dentro anche Scapolo. Il Canelli recupera e prova a ripartire, poi Redi cerca il gol dalla distanza nella porta vuota: palla fuori.
45′ – Ci saranno 4′ di recupero: Varese all’arma bianca a caccia del gol qualificazione.
44′ – GOL DEL VARESE: Scaramuzza riceve, si accentra e serve nel cuore dell’area Gestra che trova lo spazio per infilare in diagonale Zeggio. 2-1, per andare ai quarti il Varese deve pareggiare.
42′ – OCCASIONE VARESE: Scaramuzza sfonda di prepotenza e calcia, Zeggio vola e devia in corner. Sugli sviluppi dell’angolo Mondoni prova a coordinarsi in mezza rovesciata ma non trova il bersaglio.
41′ – Simonetto va a supportare l’attacco con i suoi centimetri.
40′ – OCCASIONE CANELLI: tiro di un soffio fuori di Azzalin.
38′ – Il tempo stringe e il Varese non riesce a costruire azioni pericolose.
33′ – OCCASIONE VARESE: azione insistita in area, la palla finisce a Lercara che cerca di addomesticarla e colpisce: tiro rallentato da una deviazione e controllato dal portiere.
31′ – Camara si libera bene ma calcia da troppo lontano: nessun problema per Zeggio.
30′ – Entrata in ritardo di M’Zoughi su Fontana: ammonito.
28′ – Botta potente di Gomez dalla distanza, Scapolo respinge in qualche modo.
26′ – ALTRA CLAMOROSA PARATA DEL PORTIERE DI CASA: Gestra va a giro proprio al primo incrocio, Zeggio vola e la spinge in angolo a mano aperta. Nulla sugli sviluppi del corner.
26′ – Punizione dai 20/22 metri per il Varese: sulla palla Gestra e Camara.
25′ – Secondo cambio per il Varese: fuori Lonardi, dentro Bianchi.
22′ – RADDOPPIO DEL CANELLI: Picone va di potenza con il destro: tiro teso e rasoterra che sbuca potente dalle parti di Scapolo: il portiere tocca ma non respinge, la palla gonfia la rete per il 2-0.
21′ – Punizione pericolosa a favore del Canelli: la palla è praticamente sulla linea dell’area, decentrata appena appena a sinistra, proprio alla fine del semicerchio.
17′ – RIGORE PARATO: rincorsa lenta con tanti passettini di Camara, che aspetta (invano) un movimento del portiere: alla fine decide di aprire il piatto e andare col sinistro a sinistra, tiro rasoterra, il classe 2000 Zeggio si allunga e respinge trovando una grande parata.
15′ – RIGORE PER IL VARESE: taglio di Gestra che viene sbilanciato e va a terra. Per l’arbitro è fallo, fischio generoso.
15′ – Cambio nel Varese: Mondoni entra al posto di Silla e va a destra, Camara di punta «a fare la guerra» come da indicazione di Domenicali.
13′ – Primo angolo della partita per il Varese: in mischia tocca un difensore del Canelli ma l’arbitro e il guardalinee non concedono il corner seguente, svista netta.
9′ – L’iniziativa è biancorossa, il Canelli difende compatto e pensa ad aggredire in contropiede, o su calcio piazzato, quando ne ha la possibilità.
6′  – Angolo per il Canelli, il quinto per i padroni di casa: la difesa del Varese libera. Poi proteste biancorosse, perché sulla ripartenza – e potenziale contropiede – Scaramuzza viene fermato dalla segnalazione di un dubbio tocco di mano.
5′ – Lercara trova una palla al limite, la controlla e colpisce: tiro leggermente frenato da una deviazione, Zeggio blocca a terra.
3′ – Partenza volenterosa, ma imprecisa, dei biancorossi.
1′ – Si riparte. I tifosi biancorossi urlano «Dai Varese!»: a Camara e compagni serve almeno il pari per passare ai quarti di finale.
SECONDO TEMPO

47′ – FINE PRIMO TEMPO: Canelli-Varese 1-0. Con questo risultato i biancorossi sarebbero eliminati: serve almeno il pari per passare ai quarti di finale.
46′ – Picone si butta ancora in slalom, Simonetto cerca di fargli perdere l’equilibrio con una spinta: per l’arbitro ci sono gli estremi per il cartellino giallo.
43′ – Combinazione Gestra-Camara, il secondo passaggio non è facile da controllare e lo stop troppo lungo permette a Zeggio di raccogliere a terra.
41′ – Discesa mozzafiato di Picone, salito in ala sinistra dopo la sostituzione: dal fondo palla dentro per Acosta che corregge in rete ma la palla era uscita, il guardalinee segnala e l’arbitro dà rimessa dal fondo al Varese.
39′ – Tiro senza pretese di Gestra, poi un cambio per il Canelli: fuori Blini per infortunio, dentro Coppola.
37′ – Gestra cerca il cross su punizione dalla trequarti sinistra ma colpisce troppo forte: palla in fallo di fondo.
35′ – L’uomo in più del Canelli è Celeste, talentuoso mancino: il numero 10 non ha un ruolo definito, va dove vuole per costruire e trovare la giocata tra le linee. La squadra gira intorno a lui.
34′ – Tiro alto di Scaramuzza.
29′ – Il Varese prova subito a rispondere: lancio lungo per Camara che colpisce in corsa col destro, Zeggio disinnesca in due tempi.
27′ – GOL DEL CANELLI: il terzino destro Picone riceve nei pressi dello spigolo e fa partire un cross che si trasforma in un tiro: Scapolo, forse tradito dal sole, non calcola bene, la palombella lo scavalca e si accomoda dentro il secondo palo. 1-0.
24′ – PERICOLO PER IL VARESE: il Canelli parte da destra con l’ottimo Celeste che converge e serve sulla corsa Gili, chiuso da una scivolata sontuosa di M’Zoughi. Sugli sviluppi dell’azione un corner senza esito per i padroni di casa.
20′ – Padroni di casa lesti sulle seconde palle e capaci di costruire, fin qui però solo fino al limite: un po’ di imprecisione e, soprattutto, grande attenzione della difesa del Varese.
18′ – Duro scontro tra Gerbaudo e Scaramuzza, il numero 11 biancorosso si rialza massaggiandosi la testa.
16′ – Palla che scavalca la rete laterale, è Domenicali a ridarla a Lonardi: il mister segue la partita sulla trequarti d’attacco del Varese.
15′ – Terzo angolo per i padroni di casa, in pressione. Celeste batte teso, Camara manda al limite, Redi di prima intenzione spara spedendo alto.
13′ – OCCASIONE CANELLI: sul secondo corner consecutivo, battuto corto, Redi la trova in mischia di testa: lob verso il secondo palo, palla fuori di poco.
12′ – Travaglini svetta di testa, sul campanile tocca Camara, ostacolato da un avversario: primo angolo della partita per il Canelli.
9′ – Bravissimo Lonardi ad anticipare Acosta in copertura sul secondo palo.
8′ – Primi minuti di partita ad alta intensità.
4′ – Errore in disimpegno di un difensore del Canelli, Scaramuzza serve Buba che controlla e cerca il tiro: la deviazione aiuta Zeggio a raccogliere.
1′ – Partiti! Varese in bianco, padroni di casa gialloblù. Al centro dell’attacco del Varese c’è Silla: Moceri è stato fermato da un problema fisico dell’ultim’ora. Campo piuttosto brullo in fascia centrale.
PRIMO TEMPO

PRIMA DEL FISCHIO D’INIZIO
Tutto pronto a Canelli per la partita decisiva del girone degli ottavi di finale di Coppa Italia – fase nazionale che metteva di fronte le rappresentanti di Lombardia, Piemonte e Liguria. I liguri del Finale sono già eliminati, il salto ai quarti se lo giocano Varese e Canelli: i biancorossi hanno a disposizione 2 risultati su 3 per accedere al prossimo turno. Domenicali cambia qualcosa in difesa (M’Zoughi e Lonardi sulle fasce, Simonetto e Travaglini al centro; panchina per Bianchi) e conferma il resto dei titolari ad eccezione di Moceri, fermato da un problema fisico dell’ultim’ora: al suo posto Silla e Ovalle in panchina. Già arrivati al campo sportivo i tifosi che hanno raggiunto il Piemonte con il bus organizzato da Passione Biancorossa, assente il presidente Claudio Benecchi. Fischio d’inizio alle 15.30.

13 Commenti

  1. Presente a canelli vorrei parlare della partita x una volta. Premesso che i ragazzi meritano solo applausi tutti . Purtroppo la partita l’hanno decisa i 2 portieri uno ha parato tutto e di+ Scapolo sul 1° ha responsabilità enormi non esiste prendere gol su cross quasi dal fondo valutazione sbagliata della traiettoria e fuori posizione.A portieri invertiti saremmo passati noi alla grande.

    • D’accordissimo per quanto riguarda i ragazzi, portiere a parte, ma è l’atteggiamento di questa squallida pseudo dirigenza che lascia solo amarezza e schifo! E ora siamo arrivati al game over! Cosa dobbiamo ancora aspettarci da questa brutta banda??? Non sono ancora soddisfatti del magnifico “lavoro” che dicono di avere fatto? Se hanno ancora un minimo di dignità residua, SPARITE!!!!!

  2. Agli pseudotifosi che commentano spesso e volentieri su questo sito, augurandosi il fallimento di questa società e denigrando risultati sportivi raggiunti da ragazzi che stanno facendo dei veri miracoli, auguro loro di non trovarsi mai nella loro vita a dover affrontare difficoltà e situazioni simili.
    Probabilmente non saprebbero fare nemmeno un centesimo di quanto realizzato da questi fantastici ragazzi.
    Lo stesso vale per tutti i genitori e ragazzi del settore giovanile che nonostante tutto onorano i loro campionati e con mille sacrifici e peripezie porteranno a termine la stagione.
    Per tutti gli altri ai quali piace vincere facile c’e’ Master Card oppure la possibilità di tifare altre squadre!

    • Io la vedo un po’ diversamente su “onore” e cose simili, diciamo così…

      Anyway, adesso che abbiamo perso l’unico asset spendibile per un eventuale esercizio provvisorio, nulla salverà questo Viggiese (vi piace il vero nome?) dalla sparizione.
      L’anno prossimo, o si riparte dalla 3C, oppure una squadra già iscritta ha da cambiar nome. Con buona pace dei “puristi”

  3. Mi dispiace Andrea ma noi TIFIAMO Varese e come ho già detto più volte non fatevi vedere alle partite del Varese tanto siete li solo per gufare. Per quanto riguarda altri commenti…..lasciamo perdere, cosa commentate se per voi gioca il Viggiù …. Troppo bello sarà tornare a tifare quando tutto sarà sistemato che sia quest’anno o no, se bisogna fallire allora che si riparta dalla 3 c troppo bello prendere il titolo di un’altra squadra e farsi GRANDE.
    PS cominciate a cercare un campetto per la 3 categoria voglio proprio vedere in quante persone il grande Varese sarà seguito……

  4. se parli di me , sbagli , io non voglio il fallimento ma ho scritto per quelli che lo vogliono e pretendono pure prendere il titolo di un’altra squadra ( se uno è corretto e non vuole più questo Varese allora si riparte dalla 3 categoria per costruire una società sana e come volete in tanti con proprietari varesini…….sognate pure) Io l’ho già scritto e lo ribadisco ci sono creditori che aspettano e penso che prima di fallire meriterebbero un pò di comprensione e qualche rimborso

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

tre × quattro =