Calcio, a Busto cade un mito: niente festa di Natale del Pro Patria Club

0
Pubblicità

Per ogni tifoso della Pro Patria, e anche per chi non lo è, il Natale tigrotto era incarnato da un appuntamento irrinunciabile che si perde nella leggenda: la festa del Pro Patria Club. Le feste del mondo biancoblù erano indissolubilmente legate a quest’appuntamento, una liturgia di potenza pari a quella del varo dei calendari o della chiusura del calciomercato. Quest’anno la festa di Natale del Pro Patria Club non si terrà, e noi facciamo spiegare perché ai diretti interessati attraverso questo comunicato da cui, insieme all’innato e indomabile orgoglio trigrotto, emerge una punta nemmeno velata d’amarezza. 

La Festa di Natale del Pro Patria Club è sempre stato un appuntamento importante per la tifoseria che coglieva occasione per stringersi intorno ai propri beniamini. Diverse sono state le location della festa: teatri, sale meeting, addirittura slottery room, ma quella che ha sempre più convinto è stata la nostra sede, dove sentirci a casa. Diverse soluzioni logistiche ma sempre un unico format: tifosi con società e giocatori uniti in un unico abbraccio. Perché questo è quello che conta. Una festa resistente al tempo e inossidabile, visto che si è celebrata persino nei periodi più burrascosi quanto a rapporto tra la tifoseria e dirigenza. La festa dello scorso anno fu davvero apprezzata, tanto da volerla migliorare nell’edizione di quest’anno, con particolare attenzione ai giocatori, visto che per loro era già pronto un premio per quanto fatto nel 2018.
 
Purtroppo, la risposta della società Pro Patria al nostro invito, inoltrataci tramite l’addetto stampa Niccolò Ramella, ci ha letteralmente gelati: “Considerato il fitto calendario sportivo del mese di dicembre e la festa della Società in programma il 18, per la serata di Mercoledì 19 dicembre possiamo assicurarvi la presenza di: Patrizia Testa, Sandro Turotti, mister Javorcic, Niccolò Ramella, Luca Mottin, più giocatori squalificati e/o infortunati”. 
In pratica, avendo al momento infortunato il solo Colombo e nessun squalificato di lungo corso, il dubbio di una serata senza giocatori coincideva con la quasi certezza.
 
Il consiglio direttivo del Pro Patria Club, non volendo incidere in alcun modo sull’intenso periodo schedulato nell’agenda biancoblù, ha deciso all’unanimità di annullare la festa, in quanto orfana di uno degli aspetti più caratterizzanti della stessa: la presenza dei giocatori. 
Peccato non aver potuto cogliere l’occasione per continuare a vivere il Natale nella tradizione e dare ai tifosi la possibilità di incontrare i propri beniamini. Dopo tanta passione e i tanti sacrifici fatti durante l’anno per seguire la squadra, se lo sarebbero meritati e forse un piccolo sacrificio lo si sarebbe potuto fare.
 
In alternativa, Il Pro Patria Club propone un incontro aperto a tutti i tifosi, sempre per la serata di Mercoledì 19 Dicembre, per scambiarci gli auguri di Natale e passare qualche ora lieta nel nome della nostra passione.

Direttivo Pro Patria Club

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

diciassette − 8 =