Brutte notizie per chi cerca un lavoro: rallentano le assunzioni in provincia di Varese

Nel 2018 i contratti a tempo indeterminato sono stati solo il 13,4%, mentre quello a termine sono stati l’86,6%. Trainante il settore del servizi che ha assorbito il 63% delle nuove assunzioni: in decisa contrazione il commercio.

0
Pubblicità

Vanno al rallentatore le assunzioni in provincia di Varese: nel corso del 2018 le assunzioni hanno fatto registrare nel complesso un piccolo incremento (+0,64%), attestandosi a quota 122.095, ma, entrando nei dettagli, si scopre però che la crescita delle assunzioni, sviluppatasi su buoni ritmi fino a giugno, ha iniziato a rallentare a partire dall’estate.

Rallentamento accentuatosi al termine del 2018, complice anche la “fisiologica” interruzione dei contratti con l’approssimarsi della scadenza di fine anno. Nel corso dell’anno, sono anche aumentate le cessazioni contrattuali e questo, in alcuni trimestri, ha fatto in modo che il saldo tra assunzioni e chiusura dei contratti abbia registrato un saldo negativo. Sono i dati che emergono dall’elaborazione dell’Ufficio Studi e Statistica della Camera di Commercio varesina che ha preso in considerazione anche le tipologie contrattuali.

Diminuisce leggermente, pur rimanendo preponderante, la quota dei contratti a tempo determinato (68,9%). Lo stesso per quelli a termine (per esempio, l’apprendistato e le forme di collaborazione). Queste due tipologie insieme raggiungono la quota dell’86,6%, relegando i contratti a tempo indeterminato registrati nel corso del 2018 al 13,4%.

Ma vediamo quali sono i settori che hanno assunto di più lo scorso anno: il 63% delle assunzioni ha riguardato i servizi, il 21% l’industria, il 4,5% le costruzioni e il 9,9% il commercio. Quest’ultimo settore appare in decisa contrazione rispetto allo scorso anno quanto ai contratti sottoscritti. Resta da capire se si tratta di minori occasioni di lavoro o di contratti più lunghi e minore turnover.

Novità anche sul fronte della disoccupazione: Istat ha appena pubblicato i dati provinciali per il 2018, che evidenziano un miglioramento sia in valore assoluto con 24mila disoccupati (3mila in meno), sia rispetto al tasso. Tasso di disoccupazione che, nel 2018, è sceso dal 6,5% al 5,9%. Si riduce, inoltre, anche la disoccupazione giovanile (15-24 anni), che si attesta al 25,5% mentre era al 29,3% dodici mesi prima.

Intanto, martedì 26 marzo in Camera di Commercio è previsto un seminario sul tema “Le Agevolazioni per l’Inserimento di Nuovo Personale nelle Imprese”. Con inizio alle 14.30, verranno analizzate le opportunità legate a incentivi, agevolazioni fiscali, contratti di apprendistato e tirocini, sgravi sui percorsi di alternanza scuola lavoro. L’iniziativa rientra, infatti, tra quelle promosse dalla stessa Camera di Commercio nell’ambito del suo progetto “Alternanza Scuola Lavoro, Orientamento al Lavoro e Placement”.

La partecipazione è gratuita, occorre però iscriversi online sul sito www.va.camcom.it, seguendo il percorso “Convegni e Seminari ˃ Normativa del Lavoro”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

quattro × due =