Brescia si conferma bestia nera: il Banco Bpm chiude a 11 la striscia di vittorie

Risultato netto alla piscina Mompiano: 8-3 per la capolista, che scrive il verdetto con il 4-0 dell'ultimo periodo. Baldineti: «Troppo molli e inutilmente nervosi, dobbiamo migliorare ancora molto». Sabato prossimo alle Manara arriva la Pro Recco

0
Pubblicità

Niente da fare per il Banco Bpm Sport Management, che si arrende ancora una volta all’An Brescia: 8-3 il finale alla piscina Mompiano, casa della capolista. Si ferma così a 11 la striscia di vittorie consecutive in campionato dei Mastini, con il quarto periodo (4-0) decisivo per lasciare i tre punti alla formazione bresciana. Per i mastini è il secondo ko in fila dopo quello di Len Champions League mercoledì contro Spalato. Il riscatto passa per una delle partite più difficile della stagione: sabato, alle 18 alle piscine Manara di Busto Arsizio, il sette di coach Marco Baldineti ospiterà la Pro Recco Campione d’Italia.

LA PARTITA
Ci vogliono tre minuti di attesa prima di vedere il gol che sblocca la partita, realizzato da Nora in superiorità numerica. Il bis, 2′ più tardi, è dell’ex Figlioli: 2-0 per Brescia alla fine del primo tempo. Guerrato fa tris a inizio secondo periodo (ancora in superiorità), poi dopo 12′ di partita arriva finalmente uno squillo del Banco Bpm: gol di Drasovic in superiorità, 3-1. La reazione bresciana è immediata e Nicholas Presciutti sigla il 4-1 che manda all’intervallo lungo. I veri mastini si vedono, finalmente, nel terzo periodo: Luongo su rigore accorcia, Valentino in superiorità segna il 4-3 che riapre la partita. Solo un miracolo di Del Lungo non permette il pari. Nel quarto periodo però è un monologo dell’An Brescia, che segna subito due gol (Vukcevic e Figlioli su rigore: 6-3) e mette in cassaforte il risultato: il definitivo 8-3 è firmato da Rizzo e Nicholas Presciutti.

LA SALA STAMPA
Amaro il commento di coach Marco Baldineti: «Una partita molto molle. Tutto sommato per tre tempi siamo andati bene subendo pochi gol, ma abbiamo sbagliato tante occasioni a uomo in più e così è difficile vincere. Una partita che ci deve far riflettere molto per cercare di migliorarci perché abbiamo molto da migliorare. Continuiamo a cadere in un inutile nervosismo contro gli arbitri che poi non porta a niente. Non dobbiamo cadere in queste cose e lo ripeto da tanto. È un peccato, perché se avessimo avuto un po’ più di forza avremmo potuto fare una partita diversa, ma poi abbiamo fatto una partita ai loro livelli blandi e lenti e contro i tiratori di Brescia così diventa difficile. Peccato».

IL TABELLINO
An Brescia-Banco Bpm Sport Management 8-3 (2-0, 2-1, 0-2, 4-0)
BRESCIA: Del Lungo, Guerrato 1, Presciutti Christian, Figlioli 2, Gallo, Rizzo 1, Muslim, Nora 1, Presciutti Nicholas 2, Bertoli, Janovic, Vukcevic 1, Moretti. All. Bovo.
BUSTO ARSIZIO: Lazovic, Dolce, Damonte, Alesiani, Fondelli, Di Somma, Drasovic 1, Bruni, Mirarchi, Luongo 1, Casasola, Valentino 1, Nicosia. All. Baldineti.
Arbitri: Gomez-Navarra.
NOTE – Spettatori: 800. Nessun giocatore uscito per limite di falli. Superiorità numeriche: Brescia 4/11 e Sport Management 2/10.

SERIE A1
I RISULTATI DELLA 17° GIORNATA

Ortigia-Savona 3-4, Posillipo-Lazio 8-6, Bogliasco-Napoli 12-10, Genova Quinto-Florentia 9-8, Catania-Pro Recco 8-17, An Brescia-Banco Bpm Sport Management 8-3, Roma-Trieste 15-6.

LA CLASSIFICA
Brescia 48, Pro Recco 48, Busto Arsizio 42, Posillipo 32, Ortigia 26, Lazio 25, Genova Quinto 24, Florentia 24, Roma 18, Napoli 16, Trieste 15, Savona 14, Catania 10, Bogliasco 10.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

uno × 2 =