Blitz nei boschi dello spaccio tra Busto e Castellanza: anche un 17enne tra i “portatori” della droga

0
Pubblicità

Continuano i servizi di controllo dei carabinieri nelle aree boschive dei comuni di Busto Arsizio e Castellanza. I carabinieri della Compagnia di Busto Arsizio hanno tratto in arresto un cinquantenne tossicodipendente, già noto alle forze dell’ordine. L’uomo, sorpreso mentre usciva dalla boscaglia dopo aver acquistato dello stupefacente per uso personale, alla vista dei militari si è dato alla fuga a piedi tra la vegetazione. In poco tempo, però, è stato raggiunto. Nel corso delle conseguenti fasi di identificazione il fuggitivo è risultato colpito da un ordine di cattura per espiazione di pena detentiva in regime di detenzione domiciliare emesso dal Tribunale di Busto Arsizio, essendo stato condannato alla pena di 2 anni per reati connessi allo spaccio di sostanze stupefacenti (circa 10 anni addietro era stato arrestato per aver trasportato 1 kg di hashish).

Nel corso degli stessi servizi i militari hanno inoltre bloccato un ragazzo di 17 anni, trovato in possesso di una quindicina di grammi di hashish e denaro contante: dai primi accertamenti si ritiene che il giovane svolgesse funzioni di “trasporto” dello stupefacente dall’interno dei boschi in favore dei clienti, ritirando il pagamento della droga. Sono stati inoltre fermati e segnalati all’autorità amministrativa oltre 50 acquirenti ed abituali assuntori di stupefacente: sono stati tutti trovati in possesso di modiche quantità di hashish ed eroina. La successiva attività di bonifica svolta all’interno dell’area ha consentito di individuare l’esatto luogo dello spaccio: una piccola altura da dove si scorge l’ingresso nell’area e da cui è possibile fuggire all’interno della boscaglia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

15 − dieci =