Biciday di Gallarate, a guidare il gruppo saranno Ivan Basso e Daniele Cassioli in sella a un tandem

0
Pubblicità

Saranno Ivan Basso e Daniele Cassioli in sella ad un tandem a guidare il gruppo domenica 16 giugno, in occasione del secondo Biciday di Gallarate, inserito nella campagna #usalabiclettainsicurezza. Il ritrovo è in programma alle 10 in piazza Libertà e partenza alle 10.15. A metà percorso sosta per la colazione da Irca (sponsor del progetto) e poi ripartenza per gli ultimi sette chilometri con arrivo sempre in piazza Libertà.

«Sarà una grande festa lunga 15 chilometri: il percorso attraverserà tutti i nove rioni della città e sarà interamente pianeggiante. Una biciclettata appositamente studiata per le famiglie, perché è soprattutto ai “ciclisti” di domani che l’amministrazione comunale di Gallarate si rivolge». Il vicesindaco e assessore alla Sicurezza Francesca Caruso si riferisce al rispetto delle 20 regole che tutte assieme compongono il doppio decalogo, trasformato in altrettanti messaggi posizionati da due anni a questa parte lungo le principali strade cittadine.

«Regole semplici ma fondamentali, a partire dall’utilizzo del caschetto protettivo, che sono però di fondamentale importanza per evitare incidenti. Vorremmo che il maggior numero di persone facesse proprio il nostro slogan, ovvero che la strada è di tutti: chi conduce in strada qualsiasi tipo di mezzo, a due o quattro ruote, deve infatti rispettare gli altri. In questo modo, ne siamo certi, il numero degli incidenti calerà drasticamente».

Ma domenica mattina, le strade dei Due Galli saranno solo dei ciclisti. Al passaggio del lungo serpentone colorato, verranno infatti momentaneamente chiuse al traffico tutte le vie di accesso al percorso disegnato dagli agenti della polizia locale. Oltre a Basso (due volte vincitore del Giro d’Italia e testimonial di #usalabiclettainsicurezza) e a Cassioli (pluricampione mondiale ed europeo di sci nautico per non vedenti), ci saranno il sindaco Andrea Cassani, gli atleti dell’handbike del Velo club Sommese e gli agenti dell’unità e-bike della questore di Varese insieme a quelli del commissariato di Gallarate. Presenza, quest’ultima, che ha un valore doppio: da una parte gli agenti in sella faranno da “apripista” nelle prime posizioni del gruppo, dall’altra testimonieranno la condivisione dei messaggi lanciati dall’amministrazione gallaratese che, non dimentichiamolo, ha ottenuto diversi premi a livello nazionale, oltre al sostegno e al patrocinio dell’assessorato regionale alla Sicurezza e di Aci.

«Quella di domenica – sottolinea il vicesindaco Caruso – sarà l’occasione per un “ripasso” dei nostri cartelli rivolti ai ciclisti, ma anche agli automobilisti. Si tratta dell’ennesima tappa del nostro percorso che da due anni sta coinvolgendo soprattutto le scuole cittadine». A questo proposito l’esponente dell’esecutivo di centrodestra lancia un appello, rivolgendosi in particolare ai bambini: «Venite in tanti, fatevi accompagnare dai vostri genitori, così mostrerete loro cosa avete imparato durante le lezioni. Anzi, potrete addirittura insegnare voi alle vostre mamme e ai vostri papà come si pedale per strada senza correre rischi».

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

diciannove − otto =