Besozzo, sabato al Duse prende il via la Stagione Teatrale Comunale 2019

0
Pubblicità

Parte sabato 19 gennaio la Stagione Teatrale 2019 organizzata dal Comune di Besozzo al Teatro Duse; nove gli spettacoli in programma, che prevedono l’alternarsi di generi di varia natura e la partecipazione di attori e compagnie importanti. Si parte sabato con la commedia brillante “Cena al 14 bis” ispirata al film francese “LePrenom”, proposta dalla compagnia varesina “Connessioni Teatro”; a febbraio invece, sarà la compagnia del Teatro Scientifico di Verona a rappresentare “Oggi è Otello”, una riflessione sull’amore malato. “Nella rete” invece è uno spettacolo dedicato al cyber bullismo messo in scena dal Teatro del Buratto di Milano; in marzo, la compagnia Teatro in Mostra di Como propone un omaggio teatrale al cinema italiano ispirato a “Divorzio all’italiana” di Pietro Germi.

In programma anche “Uccelli” di Aristofane, portata in scena da Atelier Teatro di Milano, mentre la Compagnia Duse di Besozzo proporrà la sua ultima produzione “Il pallino rosso – storia di un clown di guerra” nato dalla collaborazione con il leggiunese Marco Rodari detto “Il Pimpa”, che da anni si reca nelle zone di guerra a portare un sorriso ai bambini. Il 27 aprile al Duse andrà in scena Andrea Vitali sul palco con Francesco Pellicini e alcuni musicisti dal vivo in un suo racconto inedito intitolato “Già, infatti è così”.Concluderanno la rassegna intitolata “Benvenuti a teatro” due spettacoli dialettali: “Una famiglia rispettabile” a cura degli amici del Teatro di Leggiuno e “Le sorelle Trapunta” della compagnia di Bogno. Anche quest’anno il foyer del teatro besozzese sarà arricchito da esposizioni estemporanee di artisti, mentre il pubblico sarà accolto da un piccolo buffet offerto dalla Pro Loco di Besozzo.

“Anche quest’anno l’Amministrazione Comunale ha lavorato diconcerto per riuscire  a proporre una stagione completa e varia, con il Teatro Duse sempre più punto di riferimento per il territorio, dove vengono ospitati spettacoli di qualità, con particolare attenzione anche a temi sociali che oggi ci coinvolgono tutti, un modo per arrivare a diverse fasce di pubblico, con l’augurio che la nostra sala sia sempre più un luogo di incontro culturale e aggregativo, aperta a tutti” commenta il sindaco Riccardo Del Torchio. “Abbiamo scelto tra i professionisti compagnie nuove e diverse tra loro, per offrire agli spettatori spettacoli che solitamente non arrivano dalle nostre parti. Autori classici reinterpretati con uno sguardo all’attualità, opere brillanti e tematiche contemporanee, musica dal vivo inserita negli spettacoli e la presenza di un autore molto amato come Andrea Vitali, sono i punti forti della programmazione. Cercando di contenere il costo degli spettacoli e dell’abbonamento, con riduzioni per  gli studenti fino a 25 anni, vogliamo far conoscere la bellezza e il potere comunicativo del teatro nelle sue tante forme” sottolinea l’assessore alla Cultura Silvia Sartorio.

La locandina della stagione teatrale del Duse

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

tre × 5 =