Bene l’export provinciale. Dalla Camera di Commercio il contributo per le fiere all’estero

0
Pubblicità

Sono le esportazioni ad aver aiutato l’economia provinciale in questi anni a rimanere salda e, secondo i dati della Camera di Commercio di Varese, l’interscambio prosegue a vele spiegate anche nei primi nove mesi del 2018: le imprese varesine hanno venduto beni e servizi oltreconfine per un valore complessivo di 7,8 miliardi di euro, in miglioramento rispetto ai 7,1 miliardi fatti registrare nello stesso periodo del 2017 (+9,8%). Inoltre, è evidente una performance migliore rispetto sia a quella nazionale, che registra un +3,1%, sia a quella regionale +5,1%. Cresce anche l’import provinciale che, tra gennaio e settembre, è aumentato del 7,18%. La bilancia commerciale provinciale risulta così positiva per più di 3 miliardi di euro.

Ma dove vanno le merci varesine? La Germania continua a essere il primo partner commerciale di Varese con oltre 1 miliardo di euro di export tra gennaio e settembre 2018 (+6,96%) e con un peso relativo del 12,76%; la Francia, anche se in leggera diminuzione (-1,43%), si conferma al secondo posto, il Regno Unito al terzo e gli Stati Uniti al quarto.  Rispetto allo scorso anno, da evidenziare la crescita di Brasile (+96,4%), Cina (+40,16%) e Giappone (+16,89%). 

Analizzando invece i settori, i primi nove mesi del 2018 vedono migliorare l’andamento del comparto dei mezzi di trasporto (+52,71%), molto buona la performance della farmaceutica (+62,5%). Meno bene tra gennaio e settembre gli alimentari e bevande e gli apparecchi elettrici. 

Tuttavia, nell’ultimo trimestre 2018 il ciclo internazionale si è indebolito notevolmente e la domanda globale ha rallentato bruscamente.

Nel frattempo, a supporto del sistema imprenditoriale varesino, anche per il 2019 la Camera di Commercio ha attivato il bando fiere internazionali. «Camera di Commercio è sempre vicina alla nostre pmi – sottolinea il presidente Fabio Lunghi – anche su questo fronte decisivo per la competitività. In un contesto internazionale dove il mondo è l’orizzonte con cui devono confrontarsi, vogliamo mettere a disposizione delle nostre aziende ogni supporto utile per far loro acquisire nuove opportunità di presentarsi al meglio. Da qui lo sforzo del nostro ente di garantire alle pmi varesine risorse significative per la partecipazione alle rassegne fieristiche di rilievo internazionale». 

Entrando nel dettaglio del bando, alle pmi viene riconosciuto un contributo pari al 30% delle spese di locazione e allestimento degli spazi espositivi fino a un massimo di 2mila euro per le fiere internazionali in Italia e per quelle all’estero. L’investimento minimo richiesto è in tutti i casi di 5mila euro.

Domande online dal 18 febbraio al 12 aprile, salvo esaurimento fondi, sul sito www.va.camcom.it, seguendo il percorso “Contributi ˃ Internazionalizzazione”. 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

tredici − 2 =