Pubblicità

Gli scienziati l’hanno definita la foto del secolo. E in effetti l’immagine svelata oggi ha davvero qualcosa di sensazionale: rappresenta un buco nero, l’oggetto celeste più misterioso e potente dell’universo. Protagonista dello studio dell’astrofisica moderna, ma anche di centinaia di racconti di fantascienza, il buco nero è entrato nell’immaginario collettivo come sinonimo dei misteri del cosmo. Un gigante nero dove l’attrazione gravitazionale è talmente potente da non far “scappare” neanche un fotone di luce.

Questa immagine, resa nota oggi dopo mesi di studi e ricerche e realizzata grazie all’osservazione simultanea di otto telescopi di tutto il mondo, ci mostra per la prima volta l’aspetto di un buco nero, esattamente di quello al centro di M87, una gigantesca galassia a circa 55 milioni di anni luce dalla Terra. Distanze letteralmente siderali. Significa infatti che la luce che circonda quel misterioso cerchio nero è arrivata a noi dopo 55 milioni di anni di viaggio nell’universo.

Ci appare come una sagoma oscura, buia, circondata dalla luce e da quello che gli astrofisici chiamano l'”orizzonte degli eventi”. Qui spazio e tempo si deformano, trascendendo quella che è la nostra normale comprensione e percezione. Ma soprattutto questa immagine dà ragione agli studi di Einstein e conferma, per l’ennesima volta, la validità della Teoria della Relatività del celebre scienziato. Concetti profondi e complessi, certo, non semplici da percepire e comprendere. Il fascino di questa immagine, però, è qualcosa di estremamente evidente. Godiamocela.

La foto del secolo: ecco com’è un buco nero

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

2 + 10 =