Air Italy respinge le accuse dei big americani: «Ci lusinga che i colossi si sentano minacciati da noi»

0
Pubblicità

Air Italy respinge fermamente tutte le accuse che American Airlines, Delta e United muovono nei suoi confronti. Lo scorso anno, spiega la compagnia che ha basato la propria sede a Malpensa, «una volta che le tre compagnie americane hanno risolto le controversie contro i loro concorrenti in Medio Oriente, hanno deciso di rivolgere la loro attenzione verso Air Italy, sostenendo che essa rappresenti in qualche modo una minaccia per i posti di lavoro americani e per lo stato di salute dell’industria del trasporto aereo statunitense. Riteniamo pertanto necessario presentarci e mettere le cose in chiaro».

Air Italy è una compagnia aerea registrata in Italia e con sede in Italia. «Voliamo da 56 anni, in precedenza eravamo conosciuti come Meridiana, e abbiamo servito gli Stati Uniti per molti anni. I nostri azionisti sono Alisarda, che detiene il 51% delle nostre azioni, e Qatar Airways, con una quota del 49%. Il nostro assetto proprietario è stato visto e approvato dall’Autorità per l’Aviazione Civile Italiana, ENAC e dalla Commissione Europea».

Ad oggi Air Italy dispone di una flotta di 13 aeromobili, cinque dei quali sono in grado di operare sul lungo raggio. «Nel sentirci orgogliosi del nostro talento e del nostro servizio di altissimo livello, siamo al contempo perplessi, seppur leggermente lusingati, dal fatto che i tre più grandi vettori statunitensi, che gestiscono una flotta di oltre 2.500 aeromobili, sostengano di essere minacciati da noi».

La compagnia ha di recente inaugurato i voli diretti da Malpensa verso quattro aeroporti degli Stati Uniti: New York, Miami, Los Angeles e San Francisco. «Abbiamo offerto voli diretti sull’aeroporto internazionale JFK di New York per molti anni, e da circa un anno abbiamo introdotto una nuova importante alternativa sulla rotta Milano-Miami, che serviamo cinque volte alla settimana. Abbiamo anche appena lanciato gli unici voli diretti esistenti fra Milano, San Francisco e Los Angeles, dove ci è stata riservata un’accoglienza davvero calorosa in occasione delle cerimonie inaugurali. Serviamo queste città con quattro voli settimanali, fornendo un importante collegamento tra le capitali dell’alta tecnologia, della moda e dell’intrattenimento italiane e statunitensi». «Qatar Airways, che ha annunciato l’ingresso nella nostra compagnia nel 2016, perfezionandolo nel 2017 con l’acquisizione di una quota di minoranza, non opera in code-share sulle nostre linee USA-Italia».

La verità è che i maggiori vettori statunitensi (e i loro alleati) controllano circa il 90% di tutto il traffico transatlantico. «Se una qualsiasi di queste tre compagnie aeree statunitensi credesse sinceramente che la nostra piccola quota del “loro” mercato sia una minaccia, che non dovremmo servire gli Stati Uniti o avere la licenza di vettore italiano, allora dovrebbe indirizzare il proprio reclamo all’ENAC e alla Commissione Europea. Siamo orgogliosi di servire il mercato statunitense con un nuovo brand e una nuova livrea, offrendo ai passeggeri un’alternativa di viaggio economica, divertente e di alta qualità».

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

16 − cinque =